chi siamo

Alberta, Kety e Rita

venerdì 7 giugno 2013

I volti dei Pollici Rosa


Ci siamo dati un nome d'arte, che ricordi il proverbiale pollice verde, imprescindibile per chi lavora con le piante. Ma in questo caso in rosa, perchè siamo tutte donne. Donne che hanno un nome, un volto e che non sempre sono nate con il destino definito, ma si sono scelte a poco a poco una strada. Come Enrica, una dei nostri Pollici più giovani, e proprio per questo più importanti, perchè servono sempre energie ed idee nuove..
Qui c'è la sua storia, che dimostra che Pollici verdi (o rosa..) si diventa, non si nasce. Basta avere voglia, passione e curiosità. E dimostra anche che la nostra è una realtà in continua evoluzione.


Nel 1999 quando iniziai a lavorare nella nostra  azienda familiare, per me era tutt’ altro che un lavoro! Forse un gioco, divertimento, pure passatempo…..    

Preso il diploma all’ Istituto Agrario Barone Carlo De Franceschi, ho deciso di lavorare nell’azienda di famiglia per avere il mio stipendio mensile e guadagnarmi onestamente i miei soldi.

All’inizio non  conoscevo bene tutte le piante in produzione, ma si sa, gli anni passano e se il lavoro che svolgi un po’ ti  piace, poi ti prende l’anima…. proprio come è successo a me! 

Diciamo che il nostro (quello tra me e il mio lavoro…) non è stato amore a prima vista….ci siamo un po’ studiati  e con il tempo mi è entrato nel cuore!!

Lavoro nell’azienda da quasi 12 anni e l’ho vista crescere, l’ho vista cambiare.

Sono orgogliosa di questi 15000 mq  di terreno, che mio padre e mia madre hanno fatto fruttare.

Generalmente la nostra produzione si concentra sulla crescita delle conifere, ma da quando anche io faccio parte di questa società, nella mia mente è cominciata a balenare un’idea…..Perchè non cominciare ad espandere la nostra produzione? Con arbusti da fiore, cercando di dare un tocco colorato in mezzo a tutto  questo verde?

Ed è questo il mio prossimo progetto.

Arbusti colorati che colorino almeno un po’ questa mia azienda!!!

Vedere crescere quei piccoli tronchetti, chiamate talee, metterle poi in vaso  per poi esser pronte alla vendita,…insomma vedere tutto il loro percorso di crescita, sono per me motivo di orgoglio, ancor più dopo la dipartita di mia madre!

Non sono solo piante, sono piccole creature che ogni giorno hanno bisogno di considerazione, rispetto e perché no, anche di amore.

Penso di poter benissimo dire e con un certo orgoglio anche, che il mio è il più bell’ufficio che ci sia!!!

Enrica