chi siamo

Alberta, Kety e Rita

sabato 22 giugno 2013

Una rosa in regalo

Ieri sera, inaspettatamente, ho ricevuto un regalo..Una simpatica signora mi ha inviato la foto del primo fiore sbocciato della sua Rosa Mermaid, che aveva messo a dimora qualche mese fa, scrivendomi che era molto soddisfatta. Mi ha fatto un piacere immenso.. non solo per il gesto carinissimo, quanto nel constatare che per fortuna, nonostante i problemi quotidiani con i quali tutti, bene o male, dobbiamo fare i conti o lamentarci, esistono sempre persone che si rallegrano per un fiore sbocciato, anzi, in questo caso, il primo di una lunga serie di rose fiorite. 
Rosa Mermaid
La Mermaid è effettivamente una rosa sarmentosa che dà soddisfazione. Derivata dalla rosa Bracteata, di origine cinese, è una varietà a fiore scempio, superbamente elegante nella sua semplicità. Le corolle, piuttosto grandi, a 5 petali, giallo primula, circondano una fitta massa di stami color oro, che creano un bellissimo contrasto con la vegetazione. I fiori non durano a lungo, ma vengono emessi a profusione e continuamente fino all'autunno. La fioritura è tardiva, e comincia normalmente a partire da fine maggio-inizio giugno. Il fogliame, verde-lucido e semisempreverde nei climi miti, è molto fitto, il che la rende adattissima a rivestire muri e pergole. Un po' lenta a partire negli stadi giovanili, una volta stabilita manifesta eccezionale vigoria, fino a raggiungere i 9-10 metri di altezza e altrettanti di larghezza. Esige pertanto, (e se lo merita) tutto lo spazio assolato che c'è, perchè sarebbe un peccato dover sacrificare parte della sua bellezza. Non richiede interventi di potatura, tranne che per eliminare rami molto vecchi o, come spesso succede, per contenerne l'invadenza. Unica pecca, se così vogliamo definirla, sono le spine, robuste, molto numerose e leggermente curvate a uncino alle estremità, con le quali, vi assicuro, si difende efficacemente. Caso mai decidiate di farla crescere su una rete di confine, sappiate che rappresenta un ottimo deterrente all'ingresso di estranei, quasi come un buon antifurto.
Date le sue caratteristiche di affidabilità, frugalità e rifiorenza, è da sempre una delle rose più utilizzate dai giardinieri e paesaggisti, specie nei giardini di campagna o nelle vecchie case padronali, dove fanno bella mostra di sè, appoggiate ai muri in pietra, con un fascino squisitamente retrò. Un po' per la sua esuberanza, ma soprattutto per la sua bellezza, sconsiglio di accostarla ad altre varietà. L'unico accostamenteo che potrei pensare è quello con la Rosa banksiae Lutea, altro rambler vigorosissimo, con i suoi lunghi tralci flessuosi e senza spine, anche'essi semisempreverdi nei cliimi miti. A inizio maggio si ricopre di un'esplosione di piccoli fiori doppi, riuniti in grappoli di color giallo-crema. La fioritura, benchè duri da 2 a 3 settimane e non si ripeta, è davvero strabiliante, e vale davvero l'aspettativa. A termine fioritura verrà sostituita dalla Mermaid, che continuerà imperterrita fino ll'autunno. Un'unica raccomandazione: dato l'istinto di primedonne di entrambe, posizionatele a debita distanza, per impedir loro di contrastarsi.
Rosa banksiae Lutea